rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Ivrea

Pistole, anelli, orecchini nascosti nei boschi e in un frigorifero nel campo nomadi

Denunce per ricettazione

Pistole, anelli, bracciali, orecchini, telefoni, radio, stemmi della polizia locale contraffatti.

Questo e molto altro è stato ritrovato nel campo nomadi di Ivrea, nella giornata di giovedì 29 novembre 2018, durante il blitz da parte degli agenti di polizia dei commissariati di Ivrea e Banchette e dei colleghi dei reparti Prevenzione Crimine, Mobile, Scientifica e Stradale, oltre alle unità cinofile.

Identificate, complessivamente, 57 persone, di cui quattro sono poi state denunciate per ricettazione. 

Sequestrate due pistole, di cui una con relativo munizionamento sepolta in un boschetto vicino al campo, e l’altra semidistrutta che invece era stata nascosta in un pozzo.

Inoltre sono stati sequestrati 6 anelli, 9 bracciali, 7 collane, 7 orologi e 30 orecchini, tutti nascosti in una ghiacciaia di un frigorifero. Ma anche telefoni, radio portatili, diverse schede sim; stemmi della Polizia locale contraffatti, sei targhe posticce, un astuccio con gas urticante ed un taser, un kit di reagenti chimici per valutare la autenticità dell’oro, una bicicletta di marca con matricola abrasa e 1500 caratteri alfanumerici idonei alla contraffazione delle targhe utilizzate per commettere reati.

Le indagini sono in corso, con gli agenti che vogliono capire se all'interno del campo vi sia una banda dedita alle truffe, in particolar modo verso persone anziane o sole. 

Controllo Campo nomadi Ivrea 29 nov 18

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistole, anelli, orecchini nascosti nei boschi e in un frigorifero nel campo nomadi

TorinoToday è in caricamento