rotate-mobile
Cronaca Barriera di Milano / Piazza del Donatore di Sangue, 3

Tolleranza zero per i parcheggiatori abusivi nella zona dell'ospedale di Torino: quattro denunciati e tre sanzionati

Multe per oltre 2mila euro

Altri sette parcheggiatori abusivi sono stati fermati dagli agenti della polizia municipale del comando territoriale VI (Barriera di Milano-Regio Parco-Barca-Bertolla-Falchera-Rebaudengo-Villaretto) durante uno dei controlli effettuati nel corso dell'ultima settimana. 

Tre - due di nazionalità marocchina e un italiano - sono stati fermati mentre chiedevano soldi sul piazzale dell’ospedale San Giovanni Bosco di Torino. Per il 35enne italiano e per il 39enne marocchino è scattata anche la denuncia perchè erano già stati sanzionati in passato per "esercizio di attività di parcheggiatore abusivo". Il terzo, il 29enne marocchino, è stato invece accompagnato in comando per l'identificazione, visto che non era in possesso dei documenti di identità.

Le successive indagini hanno permesso di scoprire come fosse un pluripregiudicato che non aveva mai ottemperato ad un invito a presentarsi notificatogli dalla Questura nei mesi precedenti. L’uomo è stato pertanto accompagnato in Questura per gli adempimenti del caso e successivamente gli è stato notificato il decreto di espulsione dal territorio italiano entro i sette giorni. Inoltre, ecco una sanzione amministrativa da 700 euro per aver svolto la "professione" di parcheggiatore abusivo, con annesso sequestro degli introiti di giornata, pari a qualche decina di euro. 

Sempre nell’area antistante l’ospedale San Giovanni Bosco, altre due persone - un italiano di 33 anni e un 50enne marocchino - sono state fermate e poi denunciate per lo stesso motivo. Altri due italiani, invece, sono stati sanzionati per esercizio abusivo: per loro, complessivamente, una multa da 1.500 euro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tolleranza zero per i parcheggiatori abusivi nella zona dell'ospedale di Torino: quattro denunciati e tre sanzionati

TorinoToday è in caricamento