Cronaca Via Devesi

Bruciano una macchina a Nole e danneggiano una recinzione: un mese dopo vengono denunciati, grazie alle telecamere

L'amarezza del sindaco in un post Facebook

L'auto bruciata nel maggio scorso a Nole

Tre uomini, tra i 40 e i 50 anni, residenti in città. Due di loro imprenditori. Il terzo già noto alle forze dell'ordine per aver bruciato una macchina.

Sono loro gli autori del raid vandalico avvenuto un mese fa, nel maggio 2021, nella zona di via Devesi, a ridosso del municipio di Nole.

Quella volta, infatti, era stata data alle fiamme una macchina, distrutta la recinzione di un'abitazione e danneggiato diversi cartelli stradali.

La svolta all'indagine dei carabinieri della stazione di Mathi, coordinati dal comandante Mario Mura - e dove hanno collaborato anche gli agenti della polizia locale, coordinati dal comandante Marco Ortalda - è giunta grazie all’impianto di videosorveglianza potenziato negli ultimi anni dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Luca Bertino. 

"Abbiamo sempre avuto piena fiducia nell’operato delle forze dell’ordine che, grazie anche all’impianto di videosorveglianza potenziato negli ultimi anni, anche in questa occasione sono riuscite a risalire agli autori di quei deprecabili gesti: c’è bisogno però dell’aiuto di tutti, nessuno escluso, per preservare i beni comuni che, lo ricordiamo, sono di tutti i nolesi", sottolinea in un post Facebook il primo cittadino. 

Anche se i tre non hanno spiegato il perché di questi gesti, i militari ipotizzano come si possa trattare della conclusione di una serata di goliardia: i tre sono stati così denunciati con le accuse di incendio doloso e danneggiamento. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bruciano una macchina a Nole e danneggiano una recinzione: un mese dopo vengono denunciati, grazie alle telecamere

TorinoToday è in caricamento