Cronaca Piazzale Stazione, 1

Coronavirus, si ritrovano in gruppo al parco o in stazione nonostante il divieto: scattano sette denunce

In due cittadine

I controlli della municipale a Cirié

Sono già sette i denunciati, tra Venaria e Cirié, per aver disatteso alle norme presenti nel nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri “anti Coronavirus”.

A Venaria, nella serata di giovedì 12 marzo 2020, attorno alle 18, gli agenti della polizia municipale hanno deunciato tre uomini rispettivamente di 23, 24 e 25 anni, sorpresi ad urlare e a divertirsi, come se nulla fosse, all'interno del parco "Magellano", in via Amati, a ridosso dei quartieri di Altessano e Rigola. 

A richiedere l’intervento della polizia locale sono stati alcuni residenti della zona, disturbati da quel vociare che proveniva dal parco.

La municipale ha chiesto ai tre il perché fossero in giro. E loro, di tutta risposta e con toni strafottenti, hanno spiegato come fossero lì per "parlare di lavoro". Inevitabile, a quel punto, la denuncia per “inosservanza di provvedimenti dell’Autorità”.

A Cirié in quattro nei pressi della stazione

A Cirié, sempre nella giornata di ieri, la municipale ne ha denunciati quattro. Si tratta di due 17enni e due 18enni, trovati tutti vicini a ridere e scherzare nei pressi della stazione ferroviaria cittadina. Come a Venaria, gli agenti hanno provato a capire il perché fossero in giro, ma i quattro non hanno dato alcuna motivazione che risultasse credibile. Di qui la denuncia per il medesimo reato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, si ritrovano in gruppo al parco o in stazione nonostante il divieto: scattano sette denunce

TorinoToday è in caricamento