Parlavano sulla panchina o bevevano birra nel negozio: 12 persone denunciate

Negozio invitato a chiudere

Dodici persone sono state denunciate per inosservanza del Decreto per contenere il diffondersi del Coronavirus. 

Mercoledì sera, 11 marzo 2020, gli agenti del Commissariato Barriera Milano - assieme al personale del Reparto Prevenzione Crimine e dalle Unità Cinofile - hanno controllato 24 persone, di cui 15 di nazionalità straniera. 

Di queste, una dozzina sono state per l'appunto denunciate per "inosservanza del provvedimento d'autorità", perché sorprese fuori casa senza un giustificato motivo: in un caso, tre rumeni sono stati trovati a parlare seduti su una panchina di corso Palermo, senza per altro rispettare la distanza minima di sicurezza.

In un negozio di alimentari di corso Giulio Cesare, i poliziotti hanno trovato tre persone sedute ad un tavolino intente a guardare una trasmissione televisiva l’una affianco all’altra. Altri due clienti, invece, erano dietro al bancone del gestore, sempre a guardare la tv. 

Infine, altre quattro stavano consumando una birra, in piedi, tutte vicine. Una situazione che ha portato a capire come quel negozio non si limitasse alla vendita di generi alimentari ma era anche un luogo dedicato alla somministrazione e all'intrattenimento.

Tutti gli stranieri - di nazionalità marocchina e nigeriana - sono stati denunciati per "inosservanza del Provvedimento d’Autorità", mentre il gestore dell’esercizio è stato invitato all’immediata chiusura dello stesso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

  • Normativa anticovid, controlli nelle aree verdi di Torino: sanzionati 16 sportivi

Torna su
TorinoToday è in caricamento