La stretta dei carabinieri: posti di blocco per bloccare il flusso di automobilisti verso le seconde case

In tutta la Valle

I controlli avvenuti questa notte

Raffica di controlli, in Val di Susa, dalla notte di oggi, domenica 22 marzo 2020, da parte dei carabinieri della Compagnia di Susa per monitorare il flusso di veicoli in arrivo nelle zone montane, dove sono presenti centinaia di seconde case.

I posti di blocco sono stati posizionati su tutte le principali direttrici che conducono nelle località turistiche della Val di Susa, nonché ai valichi di frontiera.

"Salvo motivi di lavoro, di salute o di stretta necessità è vietato mettersi in strada, tanto più raggiungere le località di vacanza da parte dei possessori di seconde case", ricordano ad ogni cittadino i militari dell’Arma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Val di Susa posti blocco carabinieri 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Omicidio-suicidio: uccide la moglie che si stava separando da lui e poi se stesso

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Suv impazzito travolge cinque pedoni davanti a un déhors: morta una donna

  • Blocchi auto per 37 comuni dal 1 ottobre 2020: varato il regolamento

  • La porta di casa è bloccata e la proprietaria non può entrare: la polizia trova un uomo che dorme all'interno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento