Coronavirus Piemonte: 46 decessi nelle ultime ore, in totale 6.708 persone positive

62 morti nelle ultime 24 ore, 16 le persone decedute tra la notte di ieri e questa mattina

Immagine di repertorio (Ansa)

Sono 46 i decessi di persone positive al test del “Coronavirus Covid-19” comunicati questo pomeriggio dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte: 10 in provincia di Torino, 11 nell’Alessandrino, 3 nel Cuneese, 2 nel VCO, 3 nell’Astigiano, 15 nel Biellese, 1 nel Vercellese, 1 residente fuori regione. Si aggiungono ai 16 comunicati in mattinata.

Il totale complessivo è ora di 545 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 131 ad Alessandria, 19 ad Asti, 56 a Biella, 34 a Cuneo, 67 a Novara, 170 a Torino, 25 a Vercelli, 33 nel Verbano-Cusio-Ossola, 10 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

Situazione contagi alle 19

Sono 6.708 le persone finora risultate positive al “Coronavirus Covid-19” in Piemonte: 1.042 in provincia di Alessandria, 296 in provincia di Asti, 341 in provincia di Biella, 502 in provincia di Cuneo, 585 in provincia di Novara, 3.149 in provincia di Torino, 341 in provincia di Vercelli, 279 nel Verbano-Cusio-Ossola, 63 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 110 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 415 a fronte di 502 posti disponibili. I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 18.486, di cui 11.329 risultati negativi.

32 pazienti guariti

Nel pomeriggio, l’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato che il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti è salito a 32, cosi suddivisi su base provinciale: 13 residenti in provincia di Torino, 3 nell’Alessandrino, 5 nel Cuneese, 5 nell’Astigiano, 3 del Novarese, 1 nel Vercellese, 2 provenienti da fuori regione.

Bollettino delle 13

Sono 16 i decessi di persone positive al test del “Coronavirus Covid-19” comunicati questa mattina dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte: 7 in provincia di Torino, 1 nell’Alessandrino, 4 nel Novarese, 2 nel Cuneese, 1 nel VCO, 1 residente fuori regione. Il totale complessivo è ora di 499 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 120 ad Alessandria, 16 ad Asti, 41 a Biella, 31 a Cuneo, 67 a Novara, 160 a Torino, 24 a Vercelli, 31 nel Verbano-Cusio-Ossola, 9 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

Situazione contagi aggiornata alle 13

Sono 6.534 le persone finora risultate positive al “Coronavirus Covid-19” in Piemonte: 980 in provincia di Alessandria, 282 in provincia di Asti, 336 in provincia di Biella, 487 in provincia di Cuneo, 577 in provincia di Novara, 3.108 in provincia di Torino, 336 in provincia di Vercelli, 255 nel Verbano-Cusio-Ossola, 60 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 113 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 408 a fronte di 502 posti disponibili. I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 18.054, di cui 11.052 risultati negativi.

 Emergenza coronavirus, aziende sanitarie del Piemonte cercano infermieri e operatori socio sanitari    

Sospesa provvisoriamente l’attività notturna del pronto soccorso di Carmagnola

A partire dalle 20 di venerdì 27 marzo viene temporaneamente sospesa l'attività del Pronto Soccorso del presidio ospedaliero San Lorenzo di Carmagnola nella fascia notturna 20 - 8. "In questa fase emergenziale – osserva l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi – abbiamo bisogno del contributo di tutti. I tre soli passaggi notturni medi registrati nel triage in tenda nel periodo dal 1 al 25 marzo, in questo momento non sono numericamente significativi per tenere impegnata la struttura, che può così liberare risorse sanitarie preziose nella battaglia quotidiana contro il coronavirus. Ringrazio l’Azienda sanitaria locale e i sindaci del territorio carmagnolese che hanno collaborato per venire incontro alle esigenze del momento. Resta inteso che, superata questa fase di emergenza, verrà ripristinato il normale orario".

Dormitori per il personale sanitario: pronti due locali

L’Asl To3 sta allestendo sul territorio dormitori per il personale sanitario impegnato negli ospedali e che non può o preferisce non tornare nella propria abitazione durante questo periodo di emergenza. È già stata attrezzata a Rivoli una prima struttura, grazie al forte impegno del sindaco Andrea Tragaioli e dell’amministrazione comunale e con l’aiuto operativo della Brigata Taurinense. I locali sono stati messi a disposizione dalla Croce Rossa di Rivoli, nella propria sede di via Lipari, e inizieranno a essere utilizzati da medici, infermieri e operatori sanitari dell’Asl nei prossimi giorni: sono state allestite 18 brandine complete di bagni e docce, ed è disponibile una sala con tavoli, sedie, frigorifero, forno a microonde e bollitori per bevande calde. Sarà pronto invece a partire da lunedì prossimo, 30 marzo, lo spazio messo a disposizione dalla Croce Rossa di Susa, nella sede di Bussoleno: ci saranno 20 posti letto dotati di servizi igienici, riscaldamento e cucina, che la Croce Rossa si sta occupando di predisporre in questi giorni. L’Asl si sta attivando inoltre per reperire spazi idonei anche a Pinerolo, per consentire agli operatori dell’ospedale Agnelli di avere un punto di appoggio non lontano dalla struttura.
  coronavirus dormitorio locali Croce Rossa di Rivoli nella propria sede di via Lipari-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maestra d'asilo licenziata per un video hard mandato su Whatsapp al fidanzato: tutta la storia

  • Green Pea apre a Torino, creati 200 posti di lavoro: cosa c'è dentro la nuova struttura avveniristica

  • Il primario della rianimazione di Rivoli è positivo al covid: aveva invitato i negazionisti "a farsi un tour in reparto"

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

  • Tragedia a Torino: uomo si toglie la vita gettandosi nel Po

Torna su
TorinoToday è in caricamento