Controlli sui mezzi che trasportano pesce fresco o congelato: multe per 6mila euro

Per il rispetto della "Catena del freddo"

Immagine di repertorio

Sono quattro i conducenti di mezzi adibiti al trasporto di pesce fresco e/o congelato che non hanno rispettato le normative previste sul mantenimento della "catena del freddo" durante il trasporto degli alimenti dal supemercato al locale.

E' quanto hanno accertato gli agenti della Polizia Stradale di Torino e i tecnici del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Città di Torino - con l'aiuto del personale della Struttura Complessa Veterinaria B - che martedì 26 giugno hanno controllato i conducenti fuori dal supermercato Metro di via Paolo Veronese 205. 

Nei guai sono finiti due italiani, un cinese e un romeno. A tutti i conducenti sono state contestate le violazioni commesse, con oltre 6mila euro di verbali e l'obbligo a riorganizzare le modalità di trasporto degli alimenti.

E in via Veronese sono arrivati altri mezzi idonei o, in alternativa, degli appositi contenitori a tenuta termica. Ma c'è anche chi, addirittura, è dovuto tornare dentro il negozio e "parcheggiare" il cibo nei frigo del supermercato in attesa di reperire un mezzo di trasporto che garantisse il rispetto delle normative sulla "catena del freddo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento