Bikers ucciso fuori dalla trattoria: padre e figlio condannati

A 16 e 18 anni di carcere

Sono stati condannati a 16 anni e a 18 anni di carcere i due autori dell'omicidio di Alessandro Gino, biker degli "Hell's Angels", ucciso il 12 gennaio 2017 nel piazzale della trattoria l'Aquila di Giaveno.

La pena più bassa è per Claudio Romano, 56enne ex assessore del Comune di Giaveno. Due anni in più, invece, per il figlio Eric, di 21 anni.

La decisione è stata presa questa mattina dal giudice per l'udienza preliminare del tribunale di Torino, Alfredo Toppino. Stessa pena era stata chiesta dal pm Antonio Smeriglio. 

Gino era stato ucciso da un colpo di pistola partito da una Glok semiautomatica, che teneva in mano Eric Romano, che assieme al padre volevano vendicare un diverbio avvenuto pochi minuti. Il padre, invece, era in possesso di una Smith & Wesson. 

Una tesi, quella del pm e del giudice, che non vede d'accordo i legali della famiglia Romano, Silvana Fantini e Stefano Tizzani, che hanno sempre spinto per una difesa dalle minacce di Alessandro Gino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • Perde il controllo dell'auto, colpisce un'altra macchina e finisce contro il muro: due feriti

Torna su
TorinoToday è in caricamento