rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Claviere

Sgombero dei locali occupati da mesi, polizia e carabinieri sul posto

Punto d'appoggio per i migranti che volevano espatriare clandestinamente

E’ iniziato questa mattina, in Alta Valle di Susa, lo sgombero degli spazi sotto la chiesa trasformata dagli attivisti nel rifugio autogestito Chez Jesus. Sul posto polizia e carabinieri che hanno fatto irruzione nei locali seminterrati della parrocchia di Claviere, occupati da sette mesi da alcuni migranti, solidali e antagonisti italiani e francesi.  

A marzo gli antagonisti avevano allestito un punto di assistenza per i migranti che cercano di superare il confine e arrivare in Francia. L’occupazione aveva portato a un braccio di ferro con il parroco, don Angelo Bettoni, che aveva presentato un esposto in Procura. 
A renderlo noto, sui social, sono stati gli stessi occupanti. 

Gli occupati avevano realizzato all’interno dei locali delle opere di consolidamento di porte e finestre finalizzate ad impedire o ritardare eventuali operazioni di sgombero (ad esempio rinforzi di metallo, travi di legno, chiavistelli, ecc.). Nell'edificio erano presenti, al momento dell’ingresso degli operatori della Polizia di Stato, 18 persone tra cui 15 anarchici (9 italiani e 6 francesi) e 3 cittadini stranieri (due marocchini ed un gambiano).

Gli anarchici sono stati indagati in stato di libertà per invasione di edificio. I cittadini stranieri sono stati accompagnati presso gli uffici di Polizia; sono in corso gli accertamenti di rito  riguardo alla loro posizione sul territorio nazionale.

I locali, che saranno presidiati h24 dalle forze dell’ordine, sono stati riconsegnati regolarmente alla proprietà. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgombero dei locali occupati da mesi, polizia e carabinieri sul posto

TorinoToday è in caricamento