menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Nuovi guai per il "covo" di clandestini e spacciatori

Blitz della polizia

Nel giugno scorso, era stata chiusa dalla polizia perché ritenuta, dopo una lunga indagine, luogo di spaccio e di ritrovo di criminali

A distanza di tempo, una gastronomia di via Belfiore 1/bis a Torino finisce di nuovo sotto la lente di ingrandimento degli uomini del commissariato di pubblica sicurezza “Barriera Nizza” e della Squadra Mobile, che nella sera di ieri, mercoledì 7 febbraio 2018, hanno effettuato una serie di controlli a San Salvario con la collaobrazione delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Piemonte e del Reparto Mobile di Torino.

Gli agenti hanno controllato tutti i negozi di vicinato gestiti da extracomunitari, conosciuti anche come "African Market" tra le vie Giotto e Tiziano e i corsi Dante e Massimo d’Azeglio, dove in più di un'occasione sono stati trovati fuori i pusher, intenti a spacciare la droga.

Nella gastronomia, questa volta, sono state trovate cinque persone senegalesi prive dei documenti d’identità, tutte accompagnate all'Ufficio Immigrazione per gli accertamenti. 

Durante la stessa operazione, in via Ormea, all’altezza della piscina Parri, sono stati trovati e portati in Questura altri cinque cittadini stranieri, provenienti da Senegal, Mali e Mauritania. Complessivamente, quattro persone sono state trattenute nel Centro di Permanenza per i Rimpatri per l'avvio delle procedure di espulsione dal territorio italiano. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento