rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Cronaca Venaria Reale / Viale Carlo Emanuele II, 256

Spaventato dal cinghiale cadde in bici nel parco: deve restituire il risarcimento

"Giusto che animale sia incustodito"

Nell'aprile 2006, mentre era in bici nel parco della Mandria, a Venaria Reale, cadde perché fu spaventato da un cinghiale che girava libero. Oggi, a maggio 2019, l'uomo dovrà restituire il risarcimento di 13mila euro stabilito nella sentenza di primo grado a carico dell'Ente parco, che l'aveva impugnata e aveva ottenuto un verdetto dalla sua parte in appello.

Lo ha stabilito, con sentenza a questo punto inappellabile, la Corte di Cassazione. Secondo i supremi giudici, infatti, è normale e naturale che un animale selvatico circoli libero in un parco e non c'è stata alcuna mancanza da parte dei gestori. "Una maggiore vigilanza - aggiungono gli 'ermellini' - non avrebbe avuto effetti di sorta".

In sostanza, quando andate in un parco naturalistico fate attenzione agli animali, è normale che stiano lì.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaventato dal cinghiale cadde in bici nel parco: deve restituire il risarcimento

TorinoToday è in caricamento