Scalatori bloccati a 2.600 metri di quota, soccorsi e recuperati nella notte

Operazione di recupero delicata e complessa 

UN momento durante il recupero degli scalatori

Gli uomini della Stazione di Valprato Soana del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese sono intervenuti per soccorrere due scalatori bloccati in punta alla Cima Fer, nell'alta Val Soana. La richiesta di aiuto è arrivata alle 21 circa di lunedì 9 settembre e i due scalatori sono stati raggiunti dopo tre ore di arrampicata quando in quota iniziava a nevicare.

L’operazione di recupero è stata delicata e complessa, ma intorno alle 5 di questa mattina gli scalatori erano in salvo. Erano stanchi e infreddoliti, ma illesi. I due uomini, un 30enne di Valenza e un 42enne di Torino, ieri hanno percorso una via di salita assai difficile, la via Gervasutti. L'impresa ha richiesto più tempo del previsto e quando hanno raggiunto la cima era ormai buio e non sono stati in grado di trovare il sentiero di discesa né di poter attrezzare calate in corda doppia ed hanno perciò chiesto aiuto alla centrale operativa 112.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come da procedura sono stati allertati i Vigili del Fuoco ma, constatato la natura tecnica dell'intervento, le operazioni sono state girate al Soccorso Alpino, alla Stazione di Valprato Soana. Poiché gli scalatori bloccati hanno dichiarato di non avere con loro del materiale per bivaccare e considerate le temperature molto basse e il meteo che prevede pioggia fin dal primo mattino, è partita da Valprato una squadra leggera con il compito di portare i primi soccorsi ed abiti e viveri, mentre successivamente è partita una squadra dalla Stazione di Locana, con materiali adatti per attrezzare le necessarie calate.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Guardia giurata uccide la ex compagna e poi si suicida, lei lo aveva lasciato da poco

  • Fantomatico volantino di un (sedicente) papà: "Avete molestato mia figlia, vi sto cercando"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento