menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Torino, nel laboratorio, pane e pizza venivano preparati fra bulloni, biciclette, attrezzi e materiale edile

Chiuso e multa per oltre 8mila euro

Un ingente quantitativo di pane e pizza, per oltre 91 kg, è stato sequestrato in un panificio di via Saluzzo, condotto da un cittadino marocchino, nella giornata di giovedì 21 gennaio 2021 durante un controllo da parte degli agenti dell'omonimo commissariato, della polizia municipale dell'VIII Comando e dei tecnici dello Spresal e dell'Asl Sian. 

Gli accertamenti hanno permesso di scoprire come il laboratorio non fosse idoneo per questa attività: all'interno c'erano, accatastati, biciclette, attrezzatura da officina, cassette di plastica, coperte, tappeti, scale in metallo. E, ancora, bulloni sui tavoli dove si sarebbe dovuto lavorare il pane. 

Nel laboratorio, inoltre, anche sacchi di cemento, motori di frigorifero staccati e smontati, secchi per vernice, pannelli, cazzuole.

Il 47enne è stato denunciato per "detenzione di alimenti destinati alla vendita al pubblico in cattivo stato di conservazione". Gli agenti della polizia municipale lo ha sanzionato per 5.164 euro per l'assenza delle autorizzazioni per l'attività di panificazione. All’interno del locale era infine presente una persona di nazionalità tunisina che stava dormendo dopo aver passato la notte a panificare. Identificata, è risultata sprovvista di regolare contratto di assunzione. Il personale dell'Asl Sian ha riscontrato diverse irregolarità a livello igienico-sanitario, carenze strutturali, disordine e sporcizia, mancanza di un piano di autocontrollo. Di qui la chiusura immediata fino al completo ripristino degli ambienti, oltre alle sanzioni amministrative per 3mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento