Si punta un coltello alla gola nel litigio con la moglie, i carabinieri lo convincono a desistere

Problemi coniugali tra i due

Immagine di repertorio

I carabinieri della compagnia di Chieri hanno sventato un tentativo di suicidio nel pomeriggio di ieri, giovedì 13 dicembre 2018. Sono intervenuti in un appartamento di via Moro dove un italiano di 64 anni stava minacciando di farla finita puntandosi un coltello alla gola nel corso di un litigio con la moglie.

La donna, nel frattempo, era fuggita dall'appartamento chiedendo aiuto. I militari dell'Arma sono riusciti a farlo ragionare e poi hanno sequestrato il coltello, che aveva una lama lunga 20 cm.

Si sta valutando se si tratti di un caso di maltrattamenti in famiglia. Il gesto è comunque dovuto a problemi coniugali tra i due.

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • La salute prima delle vacanze, boom di check-up al Koelliker

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

I più letti della settimana

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Seconda giornata di maltempo: la tromba d'aria si sposta, altri danni

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Bomba d’acqua nella cintura sud-est di Torino: tetti scoperchiati, allagamenti e alberi caduti

  • Due auto e una moto si scontrano: feriti i tre conducenti, strada chiusa

  • L'auto sbanda, va contro il guardrail poi finisce fuori strada: morti marito e moglie

Torna su
TorinoToday è in caricamento