rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Cronaca Centro / Piazza San Carlo

Processo per i fatti di piazza San Carlo: Chiara Appendino chiede il giudizio abbreviato

"Ritengo importante che il giudizio sulle responsabilità per me, che rivesto un ruolo pubblico, arrivi il prima possibile"

La sindaca di torino Chiara Appendino, nell'udienza del processo per i fatti di piazza San Carlo (panico tra la folla la sera del 3 giugno 2017 durante la trasmissione su maxischermo della finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid) che si è tenuta questa mattina al Palazzo di Giustizia di Torino, ha chiesto di essere giudicata con rito abbreviato. 

"Con questa scelta è mia intenzione contribuire a favorire una più rapida conclusione del processo e la conseguente definizione delle responsabilità in sede giudiziaria - ha dichiarato la sindaca-. Naturalmente sono convinta che, qualunque sia l'esito in tribunale, nulla potrà lenire il dolore di chi ha perso una persona cara e, per tutta la nostra comunità cittadina, niente riuscirà cancellare definitivamente il ricordo di quella tragedia. Tuttavia - per rispetto a coloro che sono state le vittime di quanto accaduto in piazza e, allo stesso modo, per rispetto a chi quella sera e nei giorni che l'hanno preceduta ha svolto compiti e ha avuto responsabilità nell'organizzazione di quell'evento - ritengo importante che il giudizio sulle responsabilità per me, che rivesto un ruolo pubblico, arrivi il prima possibile".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo per i fatti di piazza San Carlo: Chiara Appendino chiede il giudizio abbreviato

TorinoToday è in caricamento