menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Perde il telefono e viene arrestato dalla Polizia: era ricercato

Mandato di cattura europeo

Un telefonino che viene smarrito e trovato da un uomo che lo consegna agli agenti della polizia. Fin qui potrebbe essere una delle tante storie di onesti cittadini.

Ma questo importante gesto civico ha permesso alla Polizia di riuscire a stanare un ricercato, un romeno di 24 anni, con tanto di mandato di cattura a livello europeo.

Tutto parte lo scorso martedì 29 maggio 2018 a bordo della linea "36" di Gtt, che da corso Francia a Rivoli porta fino a via Fidia a Torino. Dopo aver trovato il cellulare, l'uomo lo consegna agli agenti della Squadra Volante, che si accorgono subito come sia acceso ma privo di sim.

"Lo hanno perso due uomini, che sono scesi poco fa vicino a corso Marche", ha detto l'onesto cittadino alla polizia.

Gli agenti, guardando le fotografie presenti nel cellulare per cercare di risalire ai proprietari, si imbattono nelle immagini di due carte di identità rumene, subito sottoposte ad un "controllo" da parte di quel cittadino, che conferma come fosse caduto ad una di quelle due persone ritratte nelle carte di identità.

Dagli accertamenti emerge che uno dei due, un cittadino rumeno di 24 anni, era destinatario di un mandato di arresto europeo emesso ad inizio aprile 2018 dalla Romania: l’uomo deve espiare una pena di 2 anni e 4 mesi per reati contro l’ordine e la sicurezza pubblica.

E così gli agenti contattano telefonicamente la persona che era in compagnia del ricercato e con uno stratagemma fissano un appuntamento per mercoledì 30 maggio 2018 al legittimo proprietario del cellulare, nel centro di Rivoli.

Ma all'appuntamento invece del ricercato spunta un'altra persona, risultata poi essere il cugino del ricercato. Ma gli agenti non demordono e iniziano a cercarlo, fermandolo mentre stava scappando tra corso Susa e corso De Gasperi, mettendogli così le manette ai polsi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento