Aeroporto di Caselle, Alitalia conferma i voli per Lamezia Terme e Reggio Calabria

I collegamenti fra Torino e la Calabria resteranno ma saranno altre compagnie a coprire le tratte per la Sicilia, la Puglia e la Sardegna

Buone notizie da Caselle. Al termine dei lavori del tavolo tecnico, Alitalia e Sagat sono arrivate ad un accordo. I collegamenti da Torino per Lamezia Terme e Reggio Calabria sono stati infatti confermati. Con una frequenza rispettivamente di quattro e due voli settimanali, si va incontro così, almeno in parte, alle necessità dei passeggeri piemontesi e calabresi che da lunedi 22 settembre potranno acquistare i biglietti attraverso tutti i canali di vendita di Alitalia.   

Dopo gli accordi con il nuovo socio Etihad, Alitalia aveva infatti annunciato la riduzione dei voli sull'asse nord-sud del paese, favorendo quelli con scalo a Fiumicino e i collegamenti internazionali. Decisione che oltre gli aeroporti di Genova, Bologna e Milano Linate, penalizza anche lo scalo Sandro Pertini di Torino Caselle. Ma forse ora le polemiche possono parzialmente placarsi anche se mancano all'appello altri collegamenti importanti con il sud ai quali Alitalia non provvederà più. Le tratte soppresse riguardano infatti Catania, Palermo, Bari e Alghero, mete alle quali penseranno, con ogni probabilità, altre compagnie aeree con le quali Sagat sta trattando. Ryan Air, Vueling, Volotea, Blue Panorama, Meridiana potrebbero infatti farsi carico delle tratte dismesse da Alitalia. "Dobbiamo abbandonare il luogo comune sulla marginalità dell'aeroporto di Torino - ha dichiarato il sindaco Piero Fassino -. Nei primi otto mesi a Caselle, c'è stato un incremento di passeggeri del 10%: il dato più alto di uno scalo italiano in questo 2014. Sagat si sta impegnando per aumentare i volumi di traffico e sono in corso continue trattative con altre compagnie aeree".

Entro la fine dell'anno infatti saranno attivi dall'aeroporto Sandro Pertini i collegamenti con Bucarest e Berlino, mentre con Vueling si sta lavorando per avviare quattro collegamenti con Roma. La situazione dunque sembra essere parzialmente migliorata anche se resta un neo: quello dell'aeroporto di Levaldigi che Fassino vorrebbe in qualche modo integrare con Caselle, per evitare forme di concorrenza dannose alla regione. "Dobbiamo batterci affinché Caselle non venga declassato - ha ribattuto Fabrizio Ricca, consigliere della Lega Nord -: se vogliamo crescere, non possiamo permetterci di sostenere due aeroporti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Lotto, centrate due quaterne nello stesso paese: valgono 240mila euro

  • Paziente si lancia dalla finestra dell'ospedale: è gravissimo

Torna su
TorinoToday è in caricamento