menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cane recuperato dalla polizia

Il cane recuperato dalla polizia

Gli rubano il cane per poi chiedere il riscatto: "Paga o non lo rivedrai mai più"

Arrestati dalla polizia

Un uomo in forte stato di agitazione, sotto la pioggia intensa, a due passi dal ponte sullo Stura, tra corso Giulio Cesare e piazza Derna.

Gli agenti delle squadre Pegaso, le pattuglie in motocicletta delle Volanti, si sono imbattuti in questa scena, nel pomeriggio di venerdì 28 agosto 2020.

Appena lo hanno riportato alla calma, l'uomo ha raccontato di essere stato derubato del cane, un cucciolo di labrador. 

Secondo la ricostruzione da lui fornita ai poliziotti, il proprietario si trovava con il cane ai giardinetti tra via Lega e corso Giulio Cesare. All'improvviso, però, perde di vista il cane. Una sua conoscenza, poco dopo, lo avverte di aver visto il cane in compagnia di due persone di origine nordafricana.

Passa una decina di minuti e l'uomo riceve una telefonata: erano quelle due persone che chiedevano un riscatto. Una somma di denaro in cambio del suo amato e fedele quattrozampe. "Paga o non lo rivedrai mai più", hanno detto al telefono. E, oltre alla richiesta, spiegavano come lo scambio sarebbe avvenuto sotto il ponte di corso Giulio Cesare, all'angolo con lungo Stura Lazio.

Gli agenti, a quel punto, predispongono un appuntamento trappola, per provare a fermare i due estorsori. L'animale è legato al piede di uno dei due estorsori, con un guinzaglio piuttosto improvvisato. 

E i due finiscono in manette, mentre il cane torna tra le braccia del suo padrone. I due, marocchini di 30 e 25 anni, sono arrestati con l'accusa di "estorsione" e vengono denunciati per "furto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento