Stop al bagno nel lago, nell’acqua ci sono troppi batteri

Immagine di repertorio

Nessun tuffo nel lago di Candia per qualche tempo. Lo stop arriva con un provvedimento del Comune “per la salvaguardia dell’incolumità e della salute pubblica” a seguito dei controlli dell’Arpa di fine luglio che hanno rilevato la presenza di batteri fecali.

L’esito degli accertamenti conferma la presenza di batteri enterococchi, tre volte oltre il limite massimo consentito, provenienti dagli scarichi di alcuni rii nel lago.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo significa che il lago di Candia non è balneabile e il divieto di balneazione su tutto lo specchio d'acqua sarà valido fino a quando i valori non torneranno alla normalità, quasi certamente con la fine della grande ondata di calore e nel momento in cui faranno capolino le prime piogge. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Guardia giurata uccide la ex compagna e poi si suicida, lei lo aveva lasciato da poco

  • Fantomatico volantino di un (sedicente) papà: "Avete molestato mia figlia, vi sto cercando"

  • Tragedia nell'abitazione: donna trovata morta

  • Vanno a fare la spesa e lasciano il figlio chiuso in auto con 40 gradi: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento