I rintocchi delle campane danno fastidio: campanile "muto" da sera a mattina

Esposto di una residente

Il campanile della discordia

Ultimamente, sui social, gli utenti di qualsiasi cittadina, grande o piccola che sia, hanno manifestato il loro disappunto per il suono delle campane delle chiese.

Come consuetudine, infatti, le campane segnano lo scoccare delle ore e persino delle mezze ore. 

A Leini, però, da qualche sera a questa parte, quelle della chiesa di San Giovanni, in piazza Vittorio Emanuele, nel cuore del centro storico, sono state "silenziate".

Questo dopo alcuni esposti alla polizia locale da parte di una nuova cittadina proprio del centro storico leincese, che non riusciva a prendere sonno proprio a seguito dei ripetuti rintocchi. 

Così, d'ora in poi, dalle 21 alle 7 della mattina non si sentiranno più le campane suonare, grazie ad una ditta specializzata che, nell'occasione, e su indicazione dell'amministrazione comunale, è andata a "silenziare" anche quelle del Santuario. 

Una decisione che farà di certo "scuola" e che, a oggi, ha suscitato pareri contrastanti nella stessa popolazione, divisa tra i "pro" e i "contro" al mutismo delle campane. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consultori: indirizzi e orari a Torino

  • Uccide la madre a coltellate e poi si toglie la vita gettandosi dal nono piano

  • Perde il controllo dello scooter e si schianta: morto in ospedale

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Il piccolo Riccardo non ce l'ha fatta: è morto 36 giorni dopo il terribile incidente in casa

  • "Intesa Sanpaolo è nuda", gli Extinction Rebellion si spogliano davanti al grattacielo

Torna su
TorinoToday è in caricamento