Cronaca Settimo Torinese / Via Moglia

Con un coccio di vetro minacciano e rapinano il taxista dopo la corsa da Cafasse a Settimo

Due giovani arrestati

Prima hanno chiamato il taxi, contrattando costo e modalità di pagamento. Poi, una volta arrivati a destinazione, l'hanno aggredito e rapinato.

E' quanto accaduto nella serata di venerdì 22 gennaio 2021 tra Cafasse e Settimo Torinese. Protagonisti due giovani: un marocchino di 23 anni e un moldavo di 19 anni, entrambi residenti a Settimo Torinese, arrestati dai carabinieri per rapina.

I due si trovavano a Cafasse e dovevano fare ritorno a casa. Senza un mezzo pubblico che potesse aiutarli, hanno deciso di chiamare un taxi. Il taxista ha chiesto un anticipo di 50 euro per effettuare la corsa. I due hanno accettato e regolarmente pagato.

Ma una volta arrivati in via Moglia a Settimo Torinese, i due hanno chiesto indietro quei 50 euro per pagare la cifra con il bancomat. 

Ed è in questo frangente che uno dei due ha preso un coccio di vetro e lo ha puntato al collo del taxista, riuscendo a mettere una mano nella feritoia del pannello in plexiglass che separa il sedile posteriore dal conducente. Nel frattempo, l'altro è sceso dall'auto, è salito davanti e ha rubato il portafoglio del conducente. 

Una volta rapinato, sono scappati, provando a far perdere le tracce. Il taxista, nonostante fosse ferito al collo, è riuscito a chiamare i carabinieri denunciando l'accaduto. 

I militari dell'Arma, con più mezzi, si sono gettati alla ricerca dei due rapinatori, trovandoli in poco tempo grazie al numero di telefono cellulare utilizzato per prenotare la corsa, risultato intestato al 23enne marocchino. Ed è proprio a casa di quest'ultimo che sono stati trovati e arrestati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con un coccio di vetro minacciano e rapinano il taxista dopo la corsa da Cafasse a Settimo

TorinoToday è in caricamento