Cronaca Località Forno

Spara per colpire la preda ma il suo fucile esplode: cacciatore ferito

A volto, mano e torace

Immagine di repertorio

Un cacciatore di 57 anni, residente a Lemie, in Val di Viù, è rimasto ferito dopo che la canna del suo fucile è improvvisamente esplosa.

E' successo nel pomeriggio di ieri, lunedì 20 gennaio 2020, nei boschi della stessa cittadina valligiana, in località Forno di Lemie.

Il 57enne, impegnato in una battuta di caccia, appena ha visto la preda ha preso il fucile ed ha premuto il grilletto della sua doppietta. Ma in questo preciso momento qualcosa non è andato per il verso giusto, dato che la canna del fucile, un Beretta calibro 12, è letteralmente esploso.

Alcune schegge lo hanno colpito al volto, alla mano sinistra e al torace: da solo, senza richiedere l'intervento del personale sanitario 118, ha raggiunto il vicino ospedale di Cirié, dove è stato curato.

Sul caso, ora, stanno indagando i carabinieri della stazione di Viù: i militari hanno sequestrato la doppietta. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spara per colpire la preda ma il suo fucile esplode: cacciatore ferito

TorinoToday è in caricamento