menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I buoni fruttiferi ritrovati a Settimo

I buoni fruttiferi ritrovati a Settimo

Nell'isola ecologica trovano 100mila euro di buoni fruttiferi postali: erano nascosti in un mobile

Riconsegnati, tramite i carabinieri, alla legittima proprietaria

Un vero e proprio tesoro, quello trovato da due settimesi, Vincenzo Di Mauro e Vito Colletti, il primo titolare della officina per ricambi auto "Il Ricambio" di via Moglia. 

Si tratta infatti di 26 milioni di vecchie lire in buoni postali fruttiferi - alcuni da 2 milioni, altri da 5 milioni - emessi negli anni '90 ed intestati ad una donna residente a Settimo. 

I buoni sono stati trovati, per caso, domenica mattina, 10 maggio 2020, in un porta documenti a sua volta contenuto in una cartellina che si trovava in uno scaffale in legno, abbandonato nell'isola ecologica di via Como, a Settimo.

I due hanno subito preso il "bottino" e si sono diretti dai carabinieri della tenenza di Settimo per denunciarne il ritrovamento, con i militari che si sono subito adoperati per cercare la proprietaria, una donna del 1952, sempre residente a Settimo. 

La donna è stata subito rintracciata. Oggi valgono 100mila euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento