menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Incidente causato da una buca, la Procura: "Il Comune non può essere condannato"

Per mancanza di risorse economiche

Nel giugno del 2015 aveva avuto un incidente stradale per colpa di una buca nell'asfalto, tra le vie Nievo e Ravina. 

Ora, a distanza di tre anni abbondanti, quello scooterista che all'epoca era in sella ad un Piaggio Beverly, non solo è rimasto ferito ed ha dovuto riparare il suo scooter, ma ora potrebbe ritrovarsi con un pugno di mosche in mano, visto che potrebbe non ottenere un risarcimento per quanto accaduto.

Nei giorni scorsi, la Procura di Torino, attraverso il procuratore aggiunto Vincenzo Pacileo, ha spiegato come il Comune di Torino non possa essere processato per quell'incidente, visto che a causa delle ridotte risorse economiche a disposizione non si può fare fronte immediatamente, e in maniera efficiente, alla manutenzione e messa in sicurezza delle strade. 

Già l'anno scorso la Procura si era opposta al processo, chiedendo l'archiviazione perché il reato non sussisteva. Ma dopo l'impugnazione della sentenza da parte dell'avvocato Giuseppe Fiore, si era tornati a dibattere in aula, visto che il giudice di pace aveva rinviato gli atti al fine di trovare i responsabili di quell'incidente. Ovvero un dirigente e una funzionaria del settore Lavori Pubblici e manutenzione stradale. Per loro l'accusa è quella di lesioni colpose.

Ora spetterà al giudice di pace porre fine a questa vicenda, con la sentenza che è prevista nel nuovo anno. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento