Ucciso e gettato via in un tappeto: madre e figlio andranno a processo

Erano i suoi vicini

Nel riquadro Maurizio Rigoli, che aveva 64 anni al momento della scomparsa

Il giudice Alfredo Toppino ha rinviato a giudizio Toni Duretovic, rom macedone di 27 anni, e sua madre Sladjana Mitrovic, serba di 46 anni, per l'omicidio di Maurizio Rigoli, il pensionato 64enne svanito nel nulla il 1 aprile 2014 dalla sua casa di Bibiana.

Secondo l'accusa, sostenuta dal pm Francesca Traverso, i due, insieme al padre 48enne del ragazzo, che però è al momento scomparso anch'egli, lo avrebbero ucciso e si sarebbero liberati del cadavere dopo averlo avvolto in un tappeto e averlo trasportato da qualche parte in auto.

Madre e figlio erano stati estradati qualche giorno fa su richiesta della procura di Torino. Erano stati arrestati per altri crimini rispettivamente in Belgio e in Francia.

Il giudice Toppino si pronuncerà nei prossimi giorni sulla richiesta di alleggerimento della misura cautelare in carcere (sono detenuti entrambi nel penitenziario delle Vallette) formulata dall'avvocato Basilio Foti, legale dei due. In particolare il ragazzo avrebbe problemi di salute seri.

Il processo si aprirà a gennaio davanti alla Corte d'assise di Torino.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

  • Motociclista perde la vita dopo lo scontro con una macchina

Torna su
TorinoToday è in caricamento