Cronaca Lingotto / Via Carlo Bossoli, 76b

Bestemmia in campo: l'arbitro concede il rigore, ma sbaglia. Gara da ripetere

Errore ammesso da lui stesso

Ha sentito una bestemmia, proferita da un giocatore della squadra avversaria in area di rigore. E così ha fermato immediatamente il gioco, decretando un calcio di rigore alla squadra padrona di casa, oltre all'espulsione del calciatore blasfemo.

Ma è proprio per questo motivo che si dovrà rigiocare la sfida tra Bacigalupo e Barracuda, valevole per il campionato di Prima Categoria, girone "D", che sul campo era terminata, lo scorso 4 novembre 2018, con il punteggio di 3-2.

L'arbitro della sfida, Salvatore Sangiovanni della sezione di Cuneo, ha però commesso un errore tecnico, ammesso dallo stesso sul referto al termine della sfida. Dove in tribuna c'era anche un commissario di campo, quella speciale figura che "a random" monitora le prestazioni arbitrali sui vari terreni verdi di Torino e provincia.

L'articolo 12.2 del regolamento spiega come in questi casi debba essere assegnata "una punizione indiretta a favore della squadra avversaria". 

E così, il giudice sportivo non ha potuto fare altro che decretare la ripetizione del match, che dovrà essere rigiocato nelle prossime settimane, sempre sul campo di via Carlo Bossoli, 76b. Per buona pace del Bacigalupo...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bestemmia in campo: l'arbitro concede il rigore, ma sbaglia. Gara da ripetere

TorinoToday è in caricamento