menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il materiale posto sotto sequestro

Il materiale posto sotto sequestro

Blitz in un alloggio: agenti aggrediti con calci e pugni, spacciatori arrestati

Sequestrate oltre 140 dosi di cocaina/crack  

Gli agenti della Squadra Mobile di Torino, nel corso di un’operazione di polizia, hanno arrestato per droga due senegalesi e un gabonese, tutti con precedenti di polizia per reati analoghi. 

A seguito di attività info-investigativa, gli agenti erano venuti a conoscenza di un alloggio al primo piano di uno stabile di via Brandizzo che era occupato da alcuni stranieri dediti alla vendita all’ingrosso di sostanze stupefacenti destinate, con ogni probabilità, a rifornire le principali aree di spaccio cittadine.

Il blitz nell’alloggio

Nella serata di mercoledì 28 agosto i poliziotti hanno fatto ingresso nell’alloggio. Nonostante si fossero qualificati, gli agenti sono stati aggrediti con calci e pugni dai due senegalesi nel tentativo di permettere a un loro connazionale minorenne di disfarsi dello stupefacente presente nell’abitazione. Nonostante il ragazzo si sia diretto verso il bagno per gettare le numerose dosi contenute in un secchio, gli agenti lo hanno fermato prima che si disfacesse della droga. Nell’alloggio era presente anche un quarto cittadino straniero, un gabonese di 21 anni che, invece, non ha opposto resistenza.  

Gli agenti hanno sequestrato oltre 140 dosi di cocaina/crack e due involucri contenenti la stessa sostanza. Complessivamente sono stati sequestrati oltre 120 grammi di cocaina e più di 150 grammi di sostanza da taglio, oltre al tutto il materiale necessario al confezionamento delle dosi. Gli agenti hanno anche trovato denaro contante per oltre 5.000 euro.

A seguito dei fatti, i tre maggiorenni sono stati arrestati per la detenzione dello stupefacente. Per lo stesso reato, il minore è stato denunciato in stato di libertà. Ai due cittadini senegalesi maggiorenni, invece, sono stati contestati i reati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.  A causa dell’aggressione i poliziotti, rimasti feriti nel corso dell’operazione, hanno subito lesioni guaribili in 7 giorni
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento