rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Barriera di Milano

Microcriminalità in Barriera di Milano: 4 fermati in pochi giorni

Tra il 31 maggio e il 6 giugno. Rintracciati due rapinatori, un ladro e uno spacciatore

Due arresti e due fermi di polizia giudiziaria nell’arco di meno di una settimana in Barriera di Milano. Prosegue l’attività della Polizia di Stato volta al contrasto dei fenomeni legati alla microcriminalità. Sono stati individuate quattro persone dedite a reati contro il patrimonio e allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Il primo fermato è un marocchino di 18 anni che, con un complice, è stato visto percorrere ad alta velocità corso Giulio Cesare a bordo di uno scooter in orario pomeridiano. Gli agenti del commissariato lo hanno inseguito per le vie del quartiere fino a quando lo scooter non si è fermato in via Mascagni. Uno dei due fuggitivi, il diciottenne con precedenti specifici, è stato sottoposto a fermo per ricettazione.  Lo scooter, risultato rubato, è stato restituito al legittimo proprietario.

In via Bra un marocchino di 29 anni è stato fermato e sottoposto a perquisizione. Aveva con sé un cellulare del quale era stata presentata denuncia di furto da parte di una italiana al Commissariato Madonna di Campagna. Il giorno prima la donna era stata scippata in corso Cincinnato. Il fermato, pregiudicato con precedenti specifici, è stato trovato in possesso anche di 565 euro in contanti e di una carta prepagata “CASH TU”, usata come mezzo di deposito monetario relativo all’attività illecita, che è stata sottoposta a sequestro. 

L’autore del furto con strappo di un secondo cellulare è stato, invece, colto in flagranza di reato in corso Vercelli angolo via Cuneo. Il rapinatore, marocchino di 34 anni, è stato segnalato alla centrale operativa da un testimone che aveva assistito alla scena. La volante del Commissariato ha individuato e fermato l’uomo, mentre il  cellulare appena rubato è stato riconsegnato alla proprietaria. 

Infine, gli agenti hanno individuato un pusher marocchino 18enne che a bordo di una bicicletta aveva ceduto un panetto di hashish di 100 grammi ad un italiano, in corso Vercelli angolo Pinerolo. L’acquirente, fermato e sentito dagli agenti, ha dichiarato di aver bisogno della sostanza per usi terapeutici e di venirla a comprare nel capoluogo torinese una volta ogni 20/30 giorni essendo egli residente a Novara. Il giovane marocchino è stato arrestato per violazione della Legge sugli stupefacenti.  
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Microcriminalità in Barriera di Milano: 4 fermati in pochi giorni

TorinoToday è in caricamento