Arsenale scoperto in un fienile: fucili con puntatore laser, giubbotti antiproiettili e munizioni

Carabinieri arrestano due incensurati

Le armi sequestrate

Fucili con puntatore laser, carabine modificate per aver più potenza di fuoco, giubbotti antiproiettili e munizioni di diverso calibro. Individuati due arsenali e arrestati due incensurati dai carabinieri di Leini. I due uomini sono ritenuti i guardiani delle armi per conto di uno o più gruppi criminali dediti a rapine, furti e truffe. 

Il primo a finire nei guai è stato un 47enne di Front Canavese, incensurato,  che a casa custodiva un fucile derivato da moschetto artigianale, cal. 6,5, con puntatore laser e calciolo pieghevole, privo di matricola, 2 fucili Mauser (modello 98, cal. 8x57), una carabina Winchester alterata per potenziare le prestazioni, 5 serbatoi, 25 munizioni cal. 6,5 e un giubbotto antiproiettile. 

Poi è finito nei guai anche un 28enne agricoltore di Barbania. Le armi erano nascoste  tra le balle di fieno. I carabinieri hanno sequestrato 1 fucile cal 12, una carabina marca norica cal.4.5, modificata per aumentarne potenza, 14 munizioni cal. 12.
Entrambi ora sono agli arresti domiciliari. Le indagini, però, sono tutt'altro che finite.

Sono tuttora in corso i dovuti accertamenti finalizzati all’identificazione di chi avesse materialmente la disponibilità delle armi. Le armi sono state inviate al Ris di Parma per verificare se possano essere state utilizzate in passati o recenti episodi di cronaca.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

Torna su
TorinoToday è in caricamento