Aggredisce la madre che gli nega 150 euro: arrestato per maltrattamenti

Ennesimo episodio

Immagine di repertorio

Un 34enne italiano è stato arrestato per maltrattamenti dagli agenti del Commissariato di pubblica sicurezza di Ivrea e Banchette, nella giornata di giovedì 29 agosto.

I poliziotti sono intervenuti in un alloggio nel primo pomeriggio, a seguito della una segnalazione di una lite familiare in corso tra madre e figlio. Dal racconto della donna è emerso che quella è stata l’ennesima aggressione del figlio nei suoi confronti. Spesso, secondo quanto riferito dalla donna, le aggressioni da verbali si trasformavano in fisiche e per analoghi episodi, nei mesi scorsi, il figlio 34enne era già stato destinatario di un ammonimento da parte del Questore di Torino. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo la ricostruzione fatta dagli agenti, in diverse circostanze il figlio si era impossessato del denaro nella disponibilità della madre 54enne. L’episodio di ieri è scaturito da una situazione simile: lui ha chiesto alla madre la somma di 150 euro che gli è stata negata, a quel punto l'uomo ha iniziato a urlarle contro, a colpire la mobilia ed è arrivato anche a sputare addosso alla donna.   
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Guardia giurata uccide la ex compagna e poi si suicida, lei lo aveva lasciato da poco

  • Fantomatico volantino di un (sedicente) papà: "Avete molestato mia figlia, vi sto cercando"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento