Il bambino è da solo, in lacrime, sul pianerottolo: soccorso da vicini e polizia

Madre denunciata

Immagine di repertorio

Quando ha chiuso la porta del suo appartamento, in uno stabile di via Sacchi, lo scorso venerdì 27 dicembre 2019, attorno alle 6.45, è stato attratto dal pianto di un bambino piccolo, di 4 anni. 

Solo. Sul pianerottolo. L’uomo insieme ad un’altra inquilina si prende subito cura del bambino e chiama la polizia per denunciare l'accaduto.

Sul posto arrivano d'urgenza gli agenti del commissariato San Secondo che capiscono quale sia l’appartamento della
famiglia del bambino. I poliziotti trovano la porta d’ingresso dell’alloggio semiaperta, legata dall’interno con delle stringhe.

Ma nonostante questo stratagemma, il bambino è riuscito lo stesso ad uscire. Dopo una ispezione dell'appartamento, i poliziotti non hanno trovato nessuna persona adulta all'interno. E, cosa non secondaria, la cassa era piena di potenziali pericoli per il bambino.

La madre è stata rintracciata un'ora dopo, facendo poi ritorno per le 8.30: è stata denunciata per "abbandono di minore o persona incapace".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • Come cambia il mercato immobiliare di Torino dopo il lockdown: l'analisi quartiere per quartiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento