Addio a Giovanni: per lui essere alpino era davvero tutto

Aveva solamente 53 anni

Giovanni Ramondino, 53 anni

Le "Penne Nere" di Torino e provincia sono in lutto per la prematura scomparsa di Giovanni Ramondino, vice presidente della sezione torinese "La Veja". 

Aveva solamente 53 anni ed è morto ieri, lunedì 17 febbraio 2020, a causa di un malore - si ipotizza aneurisma - mentre stava montando una cucina in un'abitazione di San Maurizio Canavese. 

Commerciante - aveva un negozio di elettrodomestici e cucine a Ciriè - classe 1966, residente a Balangero, Ramondino nel corso del tempo è diventata una figura di riferimento per tutti gli Alpini. Non c'era manifestazione, a Torino come nell'intera area metropolitana, dove non facesse una comparsata. Anche per un breve saluto. Sempre con il suo cappello, che portava con fierezza.

Fino all'ultimo, ha lavorato alacremente per organizzare l'imminente festa per i 100 anni della sezione torinese. Purtroppo, però, il destino ha voluto diversamente. E la festa di giugno sarà una nuova occasione per poterlo ricordare. 

Era ancora riuscito a partecipare alla posa, a Torino, di una stele dedicata agli Alpini, dedicata dalla Città in occasione del centenario.

Ramondino lascia la compagna Erika e le due figlie, Lara e Sonya. 

Tanti i messaggi di cordoglio da parte dai diversi gruppi alpini, in primis dal presidente de "La Veja", Guido Vercellino, e dall'intero consiglio direttivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al momento non è stata ancora comunicata la data delle esequie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Guerriglia in centro a Torino. Vetrine sfasciate, lanci di bottiglie e bombe carta. Gli agenti rispondono con cariche

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di lunedì 26 ottobre 2020. Boom di ricoveri, ma indice contagio scende

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Domani sera a Torino due manifestazioni contro le limitazioni sul coronavirus

  • Bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti nel weekend. "Rischio di stop definitivo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento