Minacciati e inseguiti per derubarli di qualche moneta: baby gang in manette

Nei guai anche un minore

Li hanno pedinati e poi avvicinati, tra via Gorizia e via Boston. Poi, con fare minaccioso, uno di loro ha chiesto tutto il denaro che avevano nei loro portafogli. 

Sulle prime le due vittime, due ragazzi, hanno provato ad opporre resistenza, salvo poi desistere e consegnare tutto quello che avevano. Vale a dire qualche decina di euro. 

Solo a questo punto sono entrati in azione gli altri tre componenti della banda - tutti giovani, tra cui un minore - rubando così un cappello da baseball e provando a rompere una bottiglia di birra in vetro, per incutere nelle vittime ancora più terrore.

I due giovani derubati, a quel punto, sono fuggiti, venendo inseguiti dalla banda, che imperterrita lanciava contro di loro cocci della bottiglia di birra. 

Appena raggiunta l’abitazione, le vittime hanno chiamato i soccorsi, con gli agenti della Squadra Volante che sono riusciti a trovarli in via Filaldefia, grazie alla dettagliata descrizione fornita dai due derubati.

Se uno è stato subito fermato e ammanettato, in tre hanno provato a fuggire, salvo essere braccati: il primo è stato fermato dopo una breve colluttazione, il secondo è stato trovato nascosto sotto un’autovettura in sosta e il terzo inseguito in auto e fermato in corso Orbassano. 

Per tutti è scattata l'accusa di rapina aggravata in concorso. Sia i soldi sia il cappello sono stati riconsegnati alle vittime. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento