Cronaca Ivrea

Baby ladre in trasferta fermate dopo il furto: una denunciata e rilasciata perché incinta

Sequestrata la refurtiva

Avevano forzato la porta d'ingresso di quell'abitazione, alle porte di Ivrea. Ma dopo aver razziato una sessantina d'euro, monili in oro e argento, bigiotteria e un orologio di marca, quando stavano per uscire e darsi alla fuga hanno incrociato i proprietari di casa, che proprio in quegli istanti stavano rincasando.

Di qui la chiamata al numero unico di emergenza "112", con l'arrivo sul posto dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile che hanno arrestato in flagranza di reato una 17enne croata e denunciato a piede libero alla Procura dei Minori una coetanea connazionale - in stato di gravidanza - per concorso in furto in abitazione aggravato. Entrambe sono residenti nel campo nomadi di strada dell'Aeroporto, ai confini tra Borgaro e Torino.

Tutta la refurtiva è stata riconsegnata ai proprietari. Sequestrati alle due "baby ladre" un set di tre cacciaviti.

Il giudice del Tribunale per i Minorenni di Torino, dopo la convalida dell’arresto, venerdì mattina, 4 gennaio 2019, ha applicato all’arrestata la misura cautelare della custodia cautelare in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby ladre in trasferta fermate dopo il furto: una denunciata e rilasciata perché incinta

TorinoToday è in caricamento