menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Controlli a tappeto nel quartiere: blitz in alcuni locali

Un arresto e sette denunce

Blitz congiunto nella nottata di sabato 25 novembre nel quartiere Aurora. A fine controllo, sulle strade e nei locali, 52 persone sono state individuate, di cui 34 gravate da precedenti di polizia.

Verso le 3 nella Discoteca Big Club è stata riscontrata la presenza di 12 addetti regolarmente iscritti nell’elenco prefettizio e nessuna ulteriore anomalia in materia. Ulteriori controlli hanno portato la Polizia Municipale ad elevare la somma di 1.032 euro di sanzione amministrativa in riferimento alla violazione della normativa sulla presenza di rappresentante autorizzato sia riguardo l’attività di discoteca sia di somministrazione e bevande; gli stessi operatori accertavano l’omessa esposizione delle tabelle alcolemiche nonché la presenza di strumenti diversi da quelli indicati nella relazione di impianto acustico (profilo attualmente in accertamento).

In un locale di gastronomia senegalese di corso Emilia sono stati controllati 5 stranieri privi di documenti (quattro senegalesi ed un gabonese), successivamente accompagnati in Questura per accertamenti sull’identità personale. Uno dei senegalesi è risultato destinatario di un ordine di carcerazione per un mese di reclusione, altri due ed il gabonese sono risultati inosservanti ad un precedente ordine del Questore, quindi sono stati indagati in stato di libertà. Il personale della Polizia Municipale all’esercente ha contestato, invece, violazioni amministrative in materia di regolamento d’igiene e lo ha deferito all’autorità giudiziaria per aver posto in commercio alimenti in cattivo stato di conservazione, con il conseguente sequestro di svariata merce e alimenti. Due verbali sono stati poi emessi per mancata emissione di documento fiscale e l’altro per mancata esibizione del registro di emergenza. Infine, è stato riscontrato che l’unica dipendente presente era occupata in nero. Il titolare è stato raggiunto da sanzioni amministrative pari a 6000 euro.

Anche al Bar di corso Vigevano 20 è stata accertata la presenza di una lavoratrice in nero (su tre impiegati), mentre due clienti, stranieri, sono risultati privi di documenti (un nigeriano ed un marocchino) e inosservanti ad un precedente Ordine del Questore, di conseguenza indagati. Infine il personale Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro notificava un precedente provvedimento di sospensione attività ai sensi della normativa del decreto legislativo 81/2008 e comminava sanzioni amministrative per 3575 euro.

Controllato, infine, anche il ristorante “Le Hangar” in corso Vercelli. All’esito del controllo si provvedeva all’accompagnamento di cinque cittadini stranieri privi di documenti (tre cittadini del Camerun, un sudanese ed un ivoriano); di questi, due camerunensi, risultati inosservanti di un precedente ordine del Questore, sono stati indagati. Personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro accertava la presenza di un lavoratore in nero, irrogando sanzioni amministrative per 1500 euro, mentre personale della Guardia di Finanza irrogava tre verbali per irregolarità relative alla mancata esibizione di documento fiscale, alla mancata esibizione del registro di emergenza e del libretto di dotazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento