San Giorgio Canavese, entra nel negozio puntando il coltello ma la titolare urla e lui scappa

Arrestato dopo la fuga sul bus

Immagine di repertorio

Sono stati identificati gli autori di una tentata rapina avvenuta nella serata di lunedì 4 gennaio 2021 in un esercizio commerciale di San Giusto Canavese.

Si tratta di due 17enni: il primo, residente a Fiorano Canavese, è stato arrestato dai carabinieri della stazione di San Giorgio Canavese. L'altro coetaneo, invece, è stato segnalato alla Procura dei minori. 

Mentre il secondo agiva da "palo", il primo ha indossato un passamontagna nero ed è entrato nel negozio con un coltello, minacciando la proprietaria per farsi consegnare l’incasso giornaliero.

Ma le urla della donna hanno impaurito il giovane rapinatore, che è così fuggito. La dettagliata descrizione fornita dalla titolare al fratello al cellulare è stata la chiave di svolta di questa disavventura.

Perché l'uomo intercetta il giovane, salito a bordo di un autobus del Gtt, e chiama anche lui i carabinieri. I militari si gettano all'inseguimento dell'autobus, fermato poco dopo. Una volta saliti a bordo, hanno subito individuato il rapinatore che ha ammesso le sue responsabilità.

Non solo. Perché ha anche detto il nome del complice, che è stato così rintracciato e denunciato: ma ai militari ha negato ogni addebito.

Il passamontagna indossato durante la rapina è stato ritrovato lungo la via di fuga, mentre il coltello non è stato ritrovato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

Torna su
TorinoToday è in caricamento