Cronaca Centro

"Questo è tuo figlio", ma è una scusa per continuare ad essere mantenuta

Arrestata dopo l'aggressione all'ex

Immagine di repertorio

Una storia d'amore che finisce dopo anni passati assieme. Dove tutto sembrava perfetto. Con un uomo che faceva di tutto per la sua donna, non facendole mancare nulla e pagando sempre tutto.

Poi, però, l'amore finisce. E l'uomo scopre che il bambino che lei aveva in grembo non era suo, nonostante lei glielo avesse fatto credere: gli accertamenti biologici avevano poi fornito tutte le prove del caso. 

Ma lei, non contenta, ha continuato a fare di tutto pur di farsi mantenere come prima. 

Venerdì scorso, 22 maggio 2020, si è presentata con il bimbo in braccio nel negozio dove l'ex lavora, in centro città, iniziando a urlargli contro e pretendendo 3mila euro in contanti. Al suo "no", però, lei ha scaraventato a terra tutto ciò che era sul bancone ed alcuni espositori alla vendita, per poi aggredirlo fisicamente.

L’uomo, a quel punto, si è rivolto alla polizia. E lui ha raccontato tutti i precedenti, con la donna che da tempo continuava a chiedergli soldi. Anche se era la prima volta che lo aggrediva fisicamente.

La donna è stata arrestata per "tentata estorsione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Questo è tuo figlio", ma è una scusa per continuare ad essere mantenuta

TorinoToday è in caricamento