Cronaca Crocetta / Via Sacchi

Pedinata e molestata ogni volta che usciva di casa con i cani: e lo stalker finisce nuovamente in manette

La fissava e si toccava le parti intime

Immagine di repertorio

Ogni giorno, non appena usciva di casa per la passeggiata con i cani per la sgambata e bisogni, quella donna era vittima di attenzioni e di comportamenti molesti da parte di un uomo. 

A tal punto che ormai uscire era diventato complicato, con stati d'ansia e con la paura di imbattersi in lui. Soprattutto la sera, con l'oscurità e con la certezza dell'assenza di persone in giro, vista l'emergenza Coronavirus.

Giovedì mattina, 16 aprile 2020, mentre stava camminando sotto i portici di via Sacchi, vicino a Porta Nuova, ecco avvicinarsi quell'uomo che, dopo averla fissata, ha iniziato a toccarsi le parti intime. 

Per fortuna, in quel preciso istante, ecco passare una pattuglia della Polizia, con la donna che ha subito iniziato ad urlare, attirando l'attenzione degli agenti, che si fermano e lo portano via. 

Una volta in commissariato, gli agenti scoprono come quel 35enne fosse stato arrestato, nel marzo scorso, per "atti persecutori" ai danni di una commerciante della zona, oltre ad una denuncia per "atti osceni".

E così l'uomo viene arrestato nuovamente per "atti persecutori". Ma anche denunciato per aver violato il divieto di avvicinamento a quell'esercente, visto che al momento del fermo di giovedì si trovava ad una distanza inferiore rispetto a quella prevista dal provvedimento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedinata e molestata ogni volta che usciva di casa con i cani: e lo stalker finisce nuovamente in manette

TorinoToday è in caricamento