Cronaca Centro

Pedina la ex fino al centro per donne vittime di violenza: arrestato dalla polizia

Dopo le minacce al custode

Immagine di repertorio

Dopo anni di soprusi, aggressioni e minacce da parte del suo compagno, aveva trovato finalmente il coraggio di chiedere aiuto, recandosi in una struttura per donne vittime di violenza, in centro a Torino.

Mercoledì scorso, 9 ottobre 2019, il suo ex - un marocchino di 41 anni, irregolare in Italia - l'ha casualmente incontrata al mercato. Di qui la decisione di provare a fermarla, per parlare e chiederle di tornare insieme. Senza però riuscirci, dato che la donna è fuggita. 

A quel punto, l'uomo ha deciso di pedinarla, per scoprire la sua nuova abitazione. Una volta scoperta, ha atteso l'arrivo della sera per entrare in azione. Attorno alle 19.30, si è presentato alla portineria della struttura ed ha chiesto
al personale di turno un posto letto per trascorrere la notte.

I responsabili della struttura però, consapevoli di quanto accaduto in mattinata, non hanno accolto la sua richiesta e lo hanno allontanato. 

Non contento, dopo alcune ore, e visibilmente ubriaco, si è ripresentato, minacciando di morte il portiere e brandendo una bottiglia di vetro per costringerlo a farlo entrare. Ma dopo l'ennesimo "no", ha colpito ripetutamente le vetrate dell'ingresso della struttura, sputando contro gli operatori e prendendo un pezzo di vetro per iniziare a lesionarsi volontariamente le braccia.

Il 41enne è stato così arrestato per atti persecutori e indagato per minacce gravi ed aggravate da parte degli agenti della Squadra Volante. Non è la prima volta che finisce in manette: era già stato arrestato nel mese di aprile perché, dopo essere riuscito a rintracciarla, l'aveva molestata, aggredendo gli educatori della struttura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedina la ex fino al centro per donne vittime di violenza: arrestato dalla polizia

TorinoToday è in caricamento