Cronaca Campidoglio / Corso Alessandro Tassoni

Torino, lo spaccio avveniva con modalità delivery: il cliente chiamava e lui consegnava in auto. Un arresto

Sequestrati 430 grammi di cocaina e oltre 7mila euro

La droga sequestrata dalla polizia

In un periodo in cui ci si può spostare solo per necessità, lavoro, salute e studio, i consumatori di droga sono in grande difficoltà.

Ma gli spacciatori si sono evoluti, come nel caso di un marocchino di 42 anni, capace di organizzare una sorta di servizio di "delivery", consegnando in auto la droga in tutta la città. 

A scoprirlo sono stati gli agenti del commissariato Dora Vanchiglia dopo una attività di indagine. E il modus operandi del 42enne era sempre il solito: arrivava nella via dell'appuntamento, attendeva il cliente, lo faceva salire in auto. Un breve giro e poi lo riportava al punto di partenza, come se nulla fosse.

Nel frattempo, però, la droga era stata consegnata e il pusher aveva ottenuto i soldi. 

Ieri pomeriggio, mercoledì 9 dicembre 2020, in corso Tassoni, è stato fermato il cliente, che in tasca aveva un grammo di cocaina. In piazza Massaua, dopo averlo pedinato, è stato invece fermato e arrestato il pusher, che in auto aveva ben 430 grammi di cocaina e ben 6.360 euro in contanti, anch'essi nascosti in auto. 

A casa, infine, sono stati trovati altri 1.290 euro, per gli investigatori tutti provento dell'attività di spaccio. 

Il 42enne, con precedenti di polizia, è stato arrestato per "detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, lo spaccio avveniva con modalità delivery: il cliente chiamava e lui consegnava in auto. Un arresto

TorinoToday è in caricamento