Cronaca Barriera di Milano / Via Bologna

Rapina la panetteria a Torino armato di un coltello: titolare minacciata, marito ferito

Arrestato dai civich dopo la fuga

E' stato un gruppo di persone, attratte dalle urla provenienti da quel negozio di alimentari e panetteria di via Bologna, a chiedere l'intervento di agente di polizia locale del Reparto Radiomobile, che stava passando per via Bologna, nel primo pomeriggio di ieri, lunedì 7 giugno 2021.

Ovvero pochi minuti dopo una rapina da parte di un 30enne italiano ai danni di una donna di nazionalità marocchina, cotitolare dell'esercizio commerciale assieme al marito.

La donna è stata minacciata con un coltello, puntato in faccia, ed è stata costretta a consegnare quanto era presente nel registratore di cassa, ovvero 300 euro. 

Subito dopo è sopraggiunto il marito della donna che ha tentato di bloccare l'uscita al malvivente. Per aprirsi una via di fuga, il ladro ha sferrato due fendenti verso l'addome del titolare del negozio che, per evitare il peggio, ha dovuto lasciarlo passare.

Subito dopo aver individuato il ladro e il suo inseguitore, il civich è corso in aiuto di quest'ultimo, nel tentativo di bloccare il fuggitivo. 

Sentendosi braccato, il ladro ha aperto la portiera del lato passeggero di un'auto ferma allo stop. Ma il conducente, spaventato dall’intrusione, ha accelerato improvvisamente, lasciandolo a terra disorientato.

L'agente lo ha disarmato e bloccato, in attesa che i colleghi arrivassero sul posto in supporto per arrestarlo con l'accusa di rapina: ora si trova ai domiciliari.

Il titolare è stato curato in ospedale e poi dimesso. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina la panetteria a Torino armato di un coltello: titolare minacciata, marito ferito

TorinoToday è in caricamento