Cronaca Centro / Piazza della Repubblica

Torino, aggredita, presa per i capelli e scaraventata a terra pur di rubarle il cellulare

Rapinatore arrestato dalla polizia dopo la fuga

Immagine di repertorio

Stava percorrendo la zona dell'anagrafe, a Torino, subito dopo essere uscita da lavoro, attorno alle 20 di giovedì 29 ottobre 2020.

All'improvviso, quella donna è stata raggiunta alle spalle e aggredita da un giovane, che l'ha presa per i capelli e le ha stretto il collo, prima di derubarla del telefonino. Scaraventandola poi a terra, prima di dileguarsi.  

La vittima, molto scossa, è riuscita a recarsi al commissariato di polizia San Donato, descrivendo il suo aggressore. 

Una pattuglia della Squadra Volante riesce a intercettare il giovane - un 22enne di nazionalità marocchina - in piazza della Repubblica. Ma alla vista dei poliziotti prova a scappare, disfandosi durante la fuga di un telefonino.

Non quello rubato alla donna poco prima, che è ancora nascosto nel marsupio che indossa, ma un altro di dubbia provenienza.

Dopo aver opposto resistenza anche in commissariato, il 22enne finisce in manette per "rapina" e "resistenza a pubblico ufficiale", denunciato per "ricettazione" (per il cellulare che ha gettato durante la fuga, ndr) e sanzionato per non aver rispettato le normative vigenti in termini di contenimento della diffusione del Coronavirus: era privo di mascherina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, aggredita, presa per i capelli e scaraventata a terra pur di rubarle il cellulare

TorinoToday è in caricamento