menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Rivendeva il metadone che prendeva all'Asl: la polizia arresta "Robin Hood"

Sanzionato l'acquirente

Anche durante questa "Fase 2" emergenziale, le forze dell'ordine possono effettuare controlli sugli spostamenti di persone in auto o a piedi. Come venerdì scorso, 8 maggio 2020, quando gli agenti della Squadra Volante hanno controllato un 50enne che stava passeggiando in piazza Della Repubblica.

Appena è stato fermato, ha subito mostrato agitazione e paura, portando subito a spiegare come nello zaino avesse 15 flaconi di metadone.

Boccette rilasciate dall'Asl con regolare ricevuta. E ogni confezione riportava un’etichetta con i dati del 50enne. E così lo lasciano andare. Senza però perderlo di vista. Anche perchè da giorni erano sulle tracce di un "Robin Hood" che in piazza offriva metadone. 

E, puntualmente, eccolo sbucare nuovamente, in compagnia di un uomo. Con il quale scambiava due flaconi in cambio di denaro. 

Immediatamente vengono fermati e perquisiti. Negli slip dell’acquirente vengono trovate due boccette di metadone, con parte dell’etichetta nominativa strappata. Mentre nello zaino, ecco trovare 13 flaconi e non più 15. Oltre ai soldi, provento della vendita.

Ulteriori controlli permettono agli agenti di scoprire come l’uomo, oltre ad avere numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, era già stato denunciato per ricettazione poiché scoperto più volte in possesso della stessa tipologia di flaconi.

Il 50enne è stato così arrestato per "detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente". L’acquirente, invece, è stato sanzionato amministrativamente per l’acquisto del metadone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento