rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Regio Parco / Via Sandro Botticelli

Nervosismo durante i controlli a Torino Regio Parco: il passaporto era falso e doveva già essere in carcere

Arrestato dalla polizia

Galeotto fu il passaporto falso. Perché se quel 50enne originario della Guinea è stato arrestato è solo perchè davanti agli agenti del commissariato Barriera Milano ha mostrato particolare nervosismo nel consegnare loro, per un controllo, quel documento.

Appena hanno preso in mano quel passaporto, martedì pomeriggio, 12 aprile 2022, i poliziotti hanno iniziato ad avere dubbi sulla originalità dello stesso. Di qui i controlli al terminale, dove non è stato trovato il codice identificativo del passaporto.

Il nervosismo nel 50enne aumenta, mentre era fermo ad attendere l'esito dei controlli, in via Botticelli a Torino. Inevitabilmente, l'uomo viene portato in commissariato per accertamenti, dove emerge la vera identità del 50enne. E, soprattutto, come dovesse trovarsi in carcere, per una pena di tre anni ancora da espiare.

E dopo un ulteriore approfondimento nel laboratorio di analisi documentali della polizia municipale di Torino - che ha constatato l’effettiva falsità del documento - il guineano è stato arrestato e portato in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nervosismo durante i controlli a Torino Regio Parco: il passaporto era falso e doveva già essere in carcere

TorinoToday è in caricamento