menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Ubriaco, prende a pugni (in testa e all'addome) la moglie: arrestato dalla polizia

Non nuovo a finire in manette

Calci, pugni, urla. Un uomo che prova, in ogni modo, ad aprire la porta di quell'abitazione, in via Gropello.

Urla e frasi ingiuriose. Contro la persona che è all'interno, ovvero sua moglie. 

L'ennesima situazione di maltrattamenti in famiglia è avvenuta giovedì scorso, 16 aprile 2020. Protagonista un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina che, tornato a casa ubriaco, ha colpito la moglie con pugni alla testa e all'addome. 

La donna, con forza, è riuscito a cacciarlo fuori di casa. Ma lui, non rassegnato, ha iniziato a colpire la porta e a inveire contro di lei. Un vicino assiste all’accaduto e richiede l’intervento delle forze dell’ordine.

Gli agenti del commissariato San Donato arrivano sul pianerottolo e il 39enne inizia ad essere violento anche con i poliziotti, ingaggiando una breve colluttazione.

Una volta bloccato, i poliziotti ascoltano la donna, che racconta tutta la sua storia. Iniziata nel 2011, anno della prima denuncia. Fino al 2018, quando lo aveva nuovamente denunciato e fatto arrestare. Quella volta, però, il giudice optò per l'allontanamento dalla casa familiare e per il divieto di avvicinamento, oltre all’ammonimento del questore.

Fino a poche sere fa, quando è stato di nuovo arrestato, anche con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento