menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Picchiata una volta tornata a casa dall'ospedale: era stata male dopo l'ennesima aggressione subita

Arrestato il compagno

Aggredita e malmenata dopo un violento litigio. Dopo una mattinata passata in ospedale a seguito dello stress accumulato nel corso dei mesi, visti tutti i maltrattamenti patiti. 

Un martedì di follia, 11 febbraio 2020, quello vissuto da una donna di 30 anni, sudamericana, nel quartiere San Donato.

Martedì mattina, la donna aveva accusato un fortissimo malessere, a tal punto da recarsi in ospedale per accertamenti. Tornata a casa, aveva avuto un momento di debolezza, mettendosi a piangere in cucina. 

Una scena vista dal suo compagno, che invece di confortarla ha iniziato ad arrabbiarsi, aggredendola nuovamente con schiaffi al volto.

E' stata la stessa vittima a scendere in strada e a richiedere l'intervento degli uomini della Squadra Volante. Spiegando, al loro arrivo, come i maltrattamenti andassero avanti ormai da alcuni mesi e che avesse sempre evitato di denunciare i fatti perché priva del permesso di soggiorno.

Secondo il racconto della donna, il suo compagno, un connazionale di 53 anni, cambiava umore ogni qual volta eccedesse con alcool e vino, diventando aggressivo e violento. Una o due volta la settimana, ormai sistematicamente, doveva subire schiaffi, urla, pestaggi. Sempre per futili motivi. Sempre legati alla gelosia per inesistenti relazioni extraconiugali.

L’uomo è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento