menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torino, dopo un periodo in carcere s'intrufola a casa della ex che aveva a lungo maltrattato e minacciato

Arrestato grazie all'intervento dell'ex suocera

All'arrivo della polizia, mercoledì scorso, 21 aprile 2021,si era nascosto nella stanza da letto della ex convivente, sdraiato per terra fra due mobili, in un appartamento del rione torinese Campidoglio.

E' lì che aveva provato a farla franca, ad evitare il controllo da parte degli agenti della Squadra Volante, intervenuti a seguito della richiesta di aiuto da parte della madre della ex, una donna di 40 anni italiana.

Appena vengono messe le manette ai polsi del 35enne centroafricano per "violazione di domicilio" e "denunciato per violazione del provvedimento di allontanamento dalla casa familiare", la donna scoppia a piangere.

Una storia complicata la loro. In tre anni di convivenza, come raccontato dalla donna ai poliziotti, non sono mancati gli interventi delle forze dell'ordine per maltrattamenti, minacce, lesioni nei confronti della donna.

La storia si era conclusa col divieto di avvicinamento a lei e ai suoi familiari, con ordinanza emessa dal Tribunale di Torino nello scorso febbraio. L’uomo, però, finito di scontare un periodo in carcere, era tornato a chiedere alla ex di potersi rivedere e si era introdotto in quella circostanza nell’appartamento, costringendola ad una convivenza forzata.

Lo scorso mercoledì, la donna aveva chiesto al suo ex di andarsene. E solo grazie alla madre di lei, che ha chiamato la polizia, la situazione è tornata alla normalità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento