Ubriaco, picchia la moglie incinta sotto gli occhi dell'altra figlia

La vittima ha chiamato la polizia

Immagine di repertorio

Ha chiamato il numero unico di emergenza "112" per disperazione. Stufa dell'ennesima aggressione subita. L'ennesima violenza da parte di suo marito. Spesso e volentieri dopo l'assunzione da parte dell'uomo di bevande alcoliche.

Martedì sera, 17 marzo 2020, intorno alle 22, gli agenti della Squadra Volante sono intervenuti d'urgenza in uno stabile del quartiere Aurora.

Arrivati alla porta, e dopo aver sentito il singhiozzo della donna, gli agenti hanno suonato al campanello. Ma il marito, di tutta risposta, ha fatto ostruzione.

Alla fine, grazie ai vigili del fuoco, le forze dell'ordine sono entrate nell'appartamento, trovando la donna a letto, in stato di gravidanza, in lacrime. Con il volto tumefatto e sanguinante. Con lei anche una bambina, che le stava accanto, a consolarla.

Attorno, una casa messa a soqquadro, probabilmente a seguito del litigio e dei ripetuti scatti d'ira dell'uomo.  

"Non è la prima volta che mi picchia", ha detto la donna, ancora in lacrime. L'uomo, un 29enne di nazionalità nigeriana, è stato arrestato per "maltrattamenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

Torna su
TorinoToday è in caricamento