Vuole ricucire i rapporti con la ex, ma sfonda la porta di casa e la aggredisce

Arrestato grazie ai vicini

Immagine di repertorio

Un 21enne di nazionalità marocchina, irregolare sul territorio nazionale e domiciliato ad Asti, è stato arrestato dai carabinieri a Collegno nella tarda mattinata di lunedì 3 agosto 2020 con l'accusa di maltrattamenti.

Il giovane voleva a tutti i costi ricucire il rapporto con la sua ex. Ma per farlo ha sfondato la porta d'ingresso dell'abitazione della donna. E, non contento, l'ha aggredita, con botte e insulti.

Una situazione che non è sfuggita agli altri condomini, che hanno chiamato il "112". E militari del radiomobile della compagnia di Rivoli l'hanno fermato e arrestato, facendo attivare il "codice rosso". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  • Torna l'ora solare, lancette indietro di 60 minuti: quando e perché si dormirà di più

  • Coronavirus: ordinanza Piemonte, stop agli alcolici dopo le 21 e attività chiuse a mezzanotte

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Lavazza, offerte di lavoro a Torino e in provincia: le posizioni aperte

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento